Recensione de “IL SOLE SORGE ANCHE D’INVERNO ” di Manuela Bertuletti

IMG-20190203-WA0000

Titolo: Il sole sorge anche d’inverno

Autore: Manuela Bertuletti

Genere: Racconti

Editore: Linee Infinite Edizioni

Anno pubblicazione: 2017

Pagine: 62

Prezzo: € 10,00

Link d’acquisto: https://www.lineeinfinite.com/il-sole-sorge-anche-di-inverno

 

Fracasso. Stordimento. Fastidio.
Nasce un giorno migliore di ieri, qualche istante e poi…
E poi i giorni sono sempre uguali a se stessi. 
Gli anni trascorrono e, senza lentezza, il successivo è specchio del precedente. 
Il solito correre mattutino fatto di treni e di occhi addormentati, di tram e di cellulari, di metropolitane e di scolari, di niente di diverso e di consueto vivere“.
Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di “Il sole sorge anche d’inverno” di Manuela Bertuletti, edito da linee infinite edizioni.
Il libro è una raccolta di racconti con un comune denominatore: trattasi di cinque donne che, salite sullo stesso vagone della metropolitana, incrociano i loro sguardi.
A chi non è mai capitato? In treno, in aereo, sulla metro, in autobus…
Capita spesso di osservare chi ci circonda. Perlomeno, a me capita e in occasioni simili non faccio a meno di pensare a quale sia la storia di ciascuno; a pensare se questo qualcuno abbia avuto una bella giornata o meno; a cercare di immaginare quale ruolo ricopra nella società, e via dicendo…
Ad ogni modo, il libro si legge in un’oretta ed è una storia di sentimenti e viaggi interiori.
In questa raccolta  sono racchiuse storie molto diverse tra loro che vedono come protagoniste cinque donne: Piroska, Teo, Lei, Bianca e Melos.
Cinque donne che non hanno nulla in comune, se non il fatto, come detto, di aver preso la stessa metropolitana.
Povertà, sentimento non ricambiato, desiderio di porre fine alla propria esistenza…Questi sono solo alcuni dei temi trattati dall’autrice, con estrema delicatezza, all’interno del libro.
Ciascun racconto cattura il lettore spingendolo a volerne sapere di più della storia che, purtroppo, finisce troppo presto.
Ecco, forse è questa l’unica pecca che ho riscontrato nel libro: avrei voluto conoscere di più sulle cinque protagoniste e sono rimasta con l’amaro in bocca.
Ciò non toglie che l’autrice ha una straordinaria capacità nella descrizione di sentimenti molto diversi tra loro: angoscia, amore/ossessione, ansia, e via dicendo.
Inoltre, ciascun racconto è preceduto da una poesia e le ho trovate tutte molto profonde ed interessanti…
Che dire?
Se avete voglia di un viaggio nei sentimenti non vi resta che acquistarlo!
Un abbraccio, E.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...