Recensione di “Mina e il Guardalacrime” di Vanessa Navicelli

 

Titolo: Mina e il Guardalacrime

Autore: Vanessa Navicelli

Genere: Fiabe bambini, collana “Fiabe  Bonbon”

Editore: Self-Publishing

Anno pubblicazione: 2016

Pagine: 42

Formato: cartaceo

Prezzo: €8.99

Link d’acquisto: https://www.amazon.it/Mina-Guardalacrime-Vanessa-Navicelli/dp/1540887383/ref=mp_s_a_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85Z%C3%95%C3%91&qid=1545002132&sr=8-1&pi=AC_SX236_SY340_FMwebp_QL65&keywords=mina+e+il+guardalacrime&dpPl=1&dpID=5117xFgbYPL&ref=plSrch#

Buongiorno carissimi!

Dopo essere stata assente per parecchio tempo a causa di impegni universitari (chiedo venia, perché questa mia assenza, purtroppo, durerà ancora per un po’ 🙏), oggi vi parlo di “Mina e il Guardalacrime” di Vanessa Navicelli, una fiaba (che fa parte di una raccolta di fiabe) creata per le letture dei più piccoli, che permette di divertirsi, ma contemporaneamente di imparare (d’altronde l’autrice che abbiamo già avuto modo di conoscere con “Il pane sotto la neve”, di cui potete trovare la recensione nei post, non si smentisce mai quando si parla di profondità).
Mina è una lacrima che vive insieme alle sue compagne lacrime, guidate e accudite dal Guardalacrime. Però un giorno nessuno la trova più: Mina è scappata perché si sente inutile e pensa, a causa di un malinteso, di essere una lacrima di dolore e portare tristezza a tutti. Durante la sua fuga incontra altri personaggi, tutti portatori di gioia, tra cui una Nota musicale, una Risata, una goccia di Rugiada, una goccia di Pioggia, che la schivano e non fanno altro che aumentare il suo senso di tristezza e solitudine. Così infine giunge davanti una pozzanghera, decisa a tuffarcisi dentro per mettere fine alla sua agonia, ma proprio quando sta per saltare… il Guardalacrime la trova e la salva, spiegandole che in realtà lei è una Lacrima di Gioia e ha un grosso dono, quello di essere unica e speciale; inoltre, le viene anche  spiegato che se  fosse stata una lacrima di tristezza, sarebbe stata comunque speciale, perché ognuno lo è. Dopodiché Mina, felice per ciò che ha appreso, torna volentieri a casa insieme alle sue sorelle e al Guardalacrime. E capisce che bisogna sempre essere felici di ciò che si è, indipendentemente da ciò che pensano gli altri.
Una storia molto breve, ma piena di allusioni e significati per l’apprendimento del bambino. L’autrice riesce a esplicare dei  concetti complessi in maniera molto semplice e delicata, accompagnati da simpatiche illustrazioni colorate che permettono di aiutare maggiormente nella comprensione. Penso che sia un racconto originale, in quanto non ci sono principesse, maghi, fate e quant’altro, ma i protagonisti sono i sentimenti. L’unica pecca, a mio parere, è la sua brevità.
In un mondo in cui non ci ritroviamo più e che perde ogni giorno valori, questo libro potrebbe essere un piccolo dono per insegnare ai bambini cose profonde in maniera divertente.
Tra l’altro Babbo Natale è  alle porte: approfittatene per fare un regalo unico!

Un abbraccio,
Vostra Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...