Recensione di ”NELLA TERRA DEL SOLE CHE SBOCCIA” di Marco Gregò

squarefit_20181010_231001561

 

”Hai perfettamente ragione piccolo, ma vedi, per gli uomini è diverso. Noi siamo abituati a perdere gli affetti fin da piccoli, dobbiamo imparare a cavarcela da soli e sappiamo bene che la nostra vita è troppo corta perché smarrisca i giorni dietro la nostalgia. Per gli uomini invece è diverso, loro vivono delle cose che perdono.

Non capisco.

Immagina di possedere una cosa bellissima alla quale sei molto legato e di perderla per strada e di non ritrovarla più. Come ti sentiresti?

Sarei triste.

Esatto, soprattutto perché quella cosa che tu hai custodito e trattato con tanta cura, andrà nelle zampe di qualcun altro e tu non la riavrai mai più. Qualcuno l’accudirà al posto tuo, l’amerà al posto tuo, la stringerà al posto tuo, la terrà al caldo al posto tuo ma nessuno la dimenticherà al posto tuo, perché per quanto riguarda le cose belle che possiedi, c’è sempre qualcun altro pronto a prendersele, ma mai nessuno pronto a cancellartele dal cuore.”

 

TITOLO: Nella terra del sole che sboccia

AUTORE: Marco Gregò

GENERE: Romanzo

EDITORE: I Buoni Cugini Editori

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2017

PAGINE: 227

FORMATO: Cartaceo

PREZZO: 17,50 Euro.

 

Carissimi lettori, oggi mi presento con la recensione di un nuovo libro di recente pubblicazione. Si tratta di ‘’Nella terra del sole che sboccia’’ di Marco Gregò, arricchito dalle illustrazioni di Vieri Sorrentino ed edito da ‘I Buoni Cugini Editori’.

Il libro si presenta come un romanzo insolito, inusuale, a tratti psichedelico.

La trama è complessa quasi quanto la vita dei suoi protagonisti, con voci narrative che si alternano tra i personaggi principali della storia: due cani, Cane Grigio e il piccolo Oliver, di cui il primo cerca di spiegare al secondo la complessità della vita degli uomini e del loro essere, e Albatro e Julie, due amanti legati indissolubilmente da un sentimento sincero, vero e indistruttibile, ma ciechi di fronte alla felicità che stringono tra le mani, alla continua ricerca di un qualcosa che credono di non possedere e che li porterà alla distruzione. La narrazione si snoda in un contesto cittadino, tra sogno e realtà, incubo e ricordi del passato, facendo emergere la personalità di Albatro, dilaniata tra il desiderio di trovare lo scrittore che è in lui e quello della ricerca di Julie, ormai perduta. In modo del tutto surreale, comparirà Nietzsche, incastrato come un demonio in gabbia tra le sofferenze degli uomini: il teatro del filosofo porterà Albatro ad abbandonare gradualmente se stesso fino a perdersi, quando troppo tardi comprenderà forse il vero significato di umanità e amore. Uno scorcio strano, inusuale e paradossale della Vita, descritto in modo atipico e geniale.

‘Nella terra del sole che sboccia’ è un romanzo a mio parere molto bello, a tratti sconcertante, crudo, volgare, poetico, criptico, magnetico.

Un connubio incredibile di narrazione, sogni e poesia, di introspezione dell’io e con un finale che lascia aperti dubbi, ma che soprattutto continua a far riflettere, anche dopo aver chiuso l’ultima pagina.

Il modo di scrivere è scorrevole, semplice e liscio, i personaggi vividi, i pensieri profondi.

Un po’ stonante in alcuni casi l’eccessiva volgarità, che tende ad appesantire un po’ il racconto e a far storcere il naso al lettore… certo, sicuramente rende tutto più reale, ma nonostante questo, risulta fastidioso in alcuni punti.

Oltre a ciò, devo ammettere che ne sono rimasta folgorata ed è una lettura che consiglierò di leggere, proprio per la particolare capacità che il libro conserva di offrire un punto di vista diverso dal solito.

Ammetto che son stati pochi i libri che mi hanno lasciato questa strana sensazione, e uno di questi è ‘Il Maestro e Margherita’, un classico per nulla scontato.

Assolutamente consigliato.

P.S. Ringrazio di cuore l’autore per la meravigliosa dedica.

Buona lettura a tutti!

 

Vostra, I.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...