Recensione de ”IL COSTO DELLA PARTECIPAZIONE” di Emanuele Maestri

squarefit_20180925_10135188

 

La revisione della spesa pubblica (lo spending review) deve riguardare le spese infruttifere. Non può e non deve riguardare il comparto della cultura, il comparto dell’istruzione, il settore della ricerca. non può riguardare il comparto della sicurezza dello Stato. Deve necessariamente concentrarsi sulla cancellazione, anche totale, di quella spesa pubblica che mantiene in vita comparti parassitari dello Stato Italiano.” 

Titolo: Il Costo della Partecipazione

Autore: Emanuele Maestri

Genere: Saggio

Editore: Linee Infinite Edizioni

Anno pubblicazione: 2017

Pagine: 189

Formato: cartaceo

Prezzo: 12 Euro

Carissimi lettori, oggi, come anticipato, sono qui per presentarvi la mia ultima lettura, intitolata ”Il Costo della Partecipazione” di Emanuele Maestri, pubblicato da Linee Infinite Edizioni. Si tratta di un saggio che ho trovato estremamente interessante, chiaro e illuminante. Lungi dal voler essere un semplice specchio dello stato di fatto che si presenta in Italia, si presta ad una efficace comprensione dei risvolti economici, sociali e politici della nostra terra, con tutte le implicazioni che scelte, errori ed eventi storici hanno comportato per la società Italiana come la conosciamo oggi. L’analisi economica, leggera e per nulla incomprensibile anche per chi non conosce i tecnicismi dell’ambito, affonda nelle radici storiche che hanno sconvolto il nostro paese, che lo hanno mutato e che hanno condotto a svariati cambiamenti e diversi climax della storia della nostra terra. Con un volo chiarificatore lo scrittore si introduce tra le pieghe specifiche della nostra politica e di ciò che la società ha contribuito a creare: il boom economico, l’Europa, i flussi migratori, l’importanza dell’istruzione e della partecipazione. Come una serie di lampadine, le pagine si susseguono illuminando passo passo molte delle pieghe oscure che agli occhi di un cittadino poco informato – se nonché anche poco attento – possono sembrare come questioni in secondo piano, con scarsi effetti sul futuro. Il debito pubblico italiano è la grande spada di Damocle del nostro tempo, e laddove anche la più banale rivoluzione sembra poter portare benefici agli aspetti etico-morali della società, ebbene anche questo ha un costo. Un libro che non muove una critica, ma semmai spiega in maniera estremamente lineare e logica cosa ci ha portato ad essere noi, Italiani nella nostra Patria, con tutto ciò che questo comporta. Un’amore enorme per una terra che combatte ogni giorno sotto diversi fronti, ma che, come auspica l’autore, potrà forse uscire dallo schiacciante peso economico di cui ci facciamo portatori.

Emanuele Maestri si presenta con uno stile ricercato, ma essenziale, semplice e lineare. Non sono particolarmente ferrata in materia economica tanto da poter usare con destrezza termini e linguaggi, ma nonostante questo sono riuscita a comprendere perfettamente le sue parole. Un libro che consiglio caldamente, a prescindere dai generi che possono piacere, non tanto in qualità di lettori, quanto di cittadini del mondo, e prima di ogni altro, dell’Italia in cui viviamo.

Auguro a tutti voi una buona lettura, con la forte speranza che possiate cogliere l’occasione e dedicare a questo libro il giusto tempo per essere letto.

Vostra, I.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...